top of page

Abate Fetel

Cenni storici: Scoperta in Francia dall’omonimo Abate Fetel verso la metà del 1800, comincia a diffondersi in Italia, soprattutto in Emilia Romagna, a partire dalla fine della seconda Guerra Mondiale. Le fertili pianure formatesi nei millenni intorno al fiume Po si sono rivelate l’habitat di coltivazione ideale di questa varietà di pera, la cui coltivazione si è progressivamente sviluppata nel corso dei decenni tanto che l'Italia è al momento il principale produttore mondiale di pere Abate Fetel.

Lo sapevi che...?

È “la pera più italiana di tutte”. Il nostro Paese infatti è il maggior produttore di pere Abate Fetel del Mondo e quindi ogni volta che sceglierai una pera Abate contribuirai a sostenere e a preservare uno dei frutti più importanti e più classici della frutticoltura nazionale.

Abate Fetel_web.jpg

La pianta

Pianta: E' una varietà vigorosa. Gli Alberi lasciati crescere in "forma libera" hanno la chioma piramidale che tende a divenire rotondeggiante con l’età adulta.

Foglie: Le foglie sono ovali, acuminate all’apice, verde scuro sopra, chiare sotto, mentre diventano di colore arancio in autunno, prima della caduta.

Fiori: di colore bianco 

Epoca di fioritura: Metà aprile

Suscettibilità: Sensibile a Pseudomonas su foglie e bottone fiorale e al colpo di fuoco batterico

I frutti

Caratteristiche esterne: Il frutto presenta una forma decisamente allungata con un evidente ingrossamento nella parte del calice. Colore di fondo dell’epidermide variabile dal verde al giallo in relazione allo stato di maturazione più o meno avanzato con zone rugginose più o meno estese. Occasionalmente i frutti possono presentare una colorazione rosso-rosata dell’epidermide nelle parti più direttamente esposte al sole

Descrizione polpa: Succosa, bianca e fine, dal sapore dolce/aromatico

Acidità: Tra 1.32 g/l e 2.35g/l. L’acidità titolabile è espressa in grammi di acido malico per litro di succo.

Durezza: La pera matura presenta una polpa morbida e fondente. I frutti più verdi sono croccanti e molto succosi.

Grado zuccherino: 13°Brix

Epoca di raccolta: Seconda decade di settembre

Utilizzo dei frutti: Consumo diretto. Impiego anche in alcune ricette, come il frico con le pere, ventaglio etto di fagiano con pere abate ecc.

Conservabilità: A differenza di altre cultivar, le pere Abate Fétel non possono essere conservate in atmosfera controllata (AC) con basso O2 o con AC dinamica in quanto si inducono elevate incidenze di riscaldo molle, fisiopatia indotta da stress respiratorio.

bottom of page