top of page

Butirra Hardy

Cenni storiciOttenuta nel 1820 in Francia da Bonnet e diffusa dal vivaista Jean-Laurent Jamin che la dedicò a Hardy, allora docente di arboricoltura al Giardino di Lussenburgo.

Lo sapevi che...?

Considerata la regina delle pere per la sua pasta morbidissima e delicata.

Butirra Hardy_Simonini.jpg

La pianta

Pianta: Albero molto vigoroso, con rapida messa a frutto, buona e costante produttività. Cresce bene nei terreni profondi e freschi, meno adatto a terreni siccitosi.

Epoca di fioritura: Metà aprile

Resistenze: Buona resistenza alle malattie

I frutti

Caratteristiche esterne: Frutto medio-grosso di forma ovoidale, buccia di colore nocciola dorato, e rossa nella parte esposta al sole. Peduncolo di lunghezza e spessore medi.

Descrizione polpa: Polpa fine, succosa, fondente, talvolta granulosa nella parte centrale. Non è di un bianco puro ma tende ad avere riflessi verdi. Polpa dolce con ottimo aroma.

Acidità: Polpa leggermente acidula

Durezza: Polpa morbidissima e delicata

Epoca di raccolta: Metà settembre

Utilizzo dei frutti: Adatta per il consumo fresco

Conservabilità: Limitata nel tempo, anche se conservata in frigorifero

bottom of page