top of page

Platterli

Cenni storici: E’ una varietà di origine sconosciuta, coltivata in Trentino fino agli anni ’50 del secolo scorso

Lo sapevi che...?

Platterli_Simonini.jpg

La pianta

Pianta: Presenta una vigoria media con portamento espanso. Spesso presenta un rivestimento rado a tratti spoglio; la ramificazione è composta prevalentemente da lamburde, dardi e qualche brindillo

Foglie: forma, colore e dimensioni nella media 

Fiori: Sono di colore bianco: la fioritura spesso è di entità medio scarsa

Epoca di fioritura: intermedia o medio-tardiva, generalmente durante la terza e quarta settimana di aprile

I frutti

Caratteristiche esterne: Frutti di forma appiattita, talora sferica. Hanno un aspetto poco attraente per il loro colore verde e assenza di sovracolore. Il picciolo, tendenzialmente lungo e spesso si inserisce in una cavità peduncolare profonda e di media ampiezza

Descrizione polpa: La polpa è di colore bianco-crema o bianco verde, grossolana, succosa con un buon rapporto zuccheri-acidità e moderatamente aromatica. Il torsolo è grande, logge tondeggianti, tubo calicino breve, ampio e generalmente a forma di imbuto

Acidità: Media

Durezza: Piuttosto elevata

Grado zuccherino: Mela non molto dolce

Epoca di raccolta: La raccolta avviene tra la terza decade di agosto e la prima di settembre

Utilizzo dei frutti: Destinati a consumo fresco

Conservabilità: Discretamente conservabile fino ai primi di febbraio

bottom of page