top of page

Renetta Champagne

Sinonimi: Champagner Renette, Glasrenette, Glattapfel, Pum bianc, Renette blanche de Champagne, Reinette de France, Reinette de Versailles, Weisser Zwiebelapfel

Cenni storiciNonostante l'origine francese, inizialmente fu coltivata soprattutto in Germania. Per la sua rusticità e adattabilità, dalla fine 1800, si è diffusa un po' in tutta Europa, nord Italia compreso. In alcune zone, come in Trentino-Alto Adige e in Piemonte, fu coltivata come mela da commercio fino agli anni '50 del secolo scorso.

Lo sapevi che...?

Il suo nome deriva dalla zona di provenieza, la Champagne (dal latino Campania; in italiano Sciampagna), una della antiche province francesi

Renetta Canada Rugginosa_Simonini.jpg

La pianta

Pianta: Presenta una vigoria media-elevata, a portamento aperto, poco esigente per clima e terreno, produttività elevata e costante

Foglie: Sono di colore verde intenso con le nervature più chiare

Fiori: fiori con peduncolo breve portati su un' infiorescenza a corimbo

Epoca di fioritura: tardiva (fine aprile)

Resistenze: È resistente ai freddi invernali, alla ticchiolatura e all'odio

Suscettibilità: E' soggetta a cascola pre-raccolta

I frutti

Caratteristiche esterne: Il frutto è di media pezzatura, forma schiacciata ai poli, profumato. La buccia è liscia,  normalmente lucida in quanto ricca di sostanze cerose,  di colore giallo e spesso arrossata nella parte esposta al sole.

Descrizione polpa: Croccante e succosa alla raccolta, in seguito si ammorbidisce restando comunque ben dotata di succo e acidità.

Acidità:  Piuttosto acidula, quasi frizzante, se raccolta in anticipo, lievemente profumata, durante la conservazione perde leggermente la sua nota acidula

Durezza: Croccante alla raccolta e nei mesi successivi la polpa si ammorbidisce

Grado zuccherino: In media di 11°Brix ma anche fino a 12,5°Brix

Epoca di raccolta: Varietà tardiva, si raccoglie nella seconda/terza decade di ottobre

Utilizzo dei frutti: Adatta per il consumo fresco, cotta, per succhi e trasformati

Conservabilità: Fino a marzo se conservata in luogo fresco con poca luce

bottom of page